domenica 27 luglio 2008

Lorenzo Jovanotti al Casaleno, un concerto " baucano"


E'trascorsa una settimana esatta dall'arrivo di Lorenzo Jovanotti a Frosinone per il “Safari Tour”. Per l'esibizione del cantante, che nella scorsa primavera ha firmato una delle sue canzoni con una stella della musica mondiale come Ben Harper, al Casaleno sono corsi in novemila. Molti dalla Ciociaria, tanti dalla provincia di Latina e numerosi anche da Roma. Resta il problema delle strutture e della sicurezza ma l'organizzazione di eventi del genere è sicuramente una delle lacune più vistose della terra ciociara. Non tutti sanno però che a far arrivare Lorenzo Cherubini a Frosinone è stata un organizzazione che ha sfidato un pochino la burocrazie e certi luoghi comuni che da sempre condizionano certi eventi in Ciociaria. Un organizzazione, è giusto sottolinearlo, che parla baucano. Motivo in più quindi, per sperare che nella prossima estate qualcosa del genere si possa organizzare al Montorli.

Zarrelli incontra le squadre di D inserite nel girone sardo


Si è svolta presso la sede del Comitato Regionale Lazio a via Tiburtina, nel corso della quale il presidente Zarelli è stato a colloquio con i rappresentanti delle società laziali di Serie D, per definire alcuni dettagli della prossima stagione. Presenti all'incontro, anche il presidente della LND Carlo Tavecchio e Luigi Repace, Responsabile per gli incontri tra la LND e le società dilettanti, che ha dichiarato "Abbiamo voluto incontrare le società per tranquillizzarle sul futuro del prossimo campionato. Abbiamo ascoltato le loro esigenze e sicuramente sapremo presto rispondere con degli interventi adeguati. L'organizzazione e la composizione dei gironi potrebbe essere nota già dai prossimi giorni.". Per quanto riguarda la prossima stagione, le squadre laziali saranno inserite in un girone che comprenderà anche le compagini provenienti dalla Sardegna (come già accaduto nello scorso campionato). Le società laziali si sono divise: pareri distanti sul possibile girone bis con le sarde.

martedì 22 luglio 2008

Wi Max, fate il vostro gioco


Dopo l'assegnazione delle frequenze, con le varie sorprese che l'asta ha riservato e il colpaccio di Ariadsl, il destino della nuova mega-rete wireless non ha avuto impennate di chiarezza, anzi, se ne sa davvero poco.
Sul mercato sono apparse delle offerte "pre-Wimax". Per rimanere su Ariadsl, in attesa del debutto della nuova tecnologia, per poco meno di 35 euro al mese viene proposto un collegamento basato su un'antenna e un router di rete, entrambi forniti dal provider.
In realtà, il mercato ritarda perché la tecnologia WiMax in Italia non ha ancora una regolamentazione ufficiale. Eppure, nel delicato momento che il Paese sta vivendo, quello dello sviluppo delle comunicazioni e delle relative infrastrutture tecnologiche è un nodo cruciale, da sciogliere quanto prima. L'Italia è indietro rispetto alla media europea sia per diffusione delle tecnologie xDSL che per quelle basate su fibra ottica, e uno dei gangli sta nei conflitti tra i vari provider e l'ex monopolista Telecom.
In tema di comunicazioni, da qualche tempo si assiste infatti ad un radicale cambio di abitudini dei consumatori. E per le aziende, la questione di fondo non è la connettività Internet, ma l'antica eppure attualissima linea telefonica fissa. Che, vista nell'ottica delle comunicazioni Voip (basate completamente su Internet) appare ormai strumento del passato, ma resta di importanza primaria per ogni operatore, che infatti include sempre un'offerta "voce" nei propri pacchetti.
La guerra del wireless parte quindi dal vecchio "doppino" analogico e dall'erosione che le nuove tecnologie apportano al mercato della telefonia tradizionale. Un sistema Wimax a regime al 100% lascia infatti il campo aperto a tutte le piattaforme Voip disponibili già oggi, creando quasi dal nulla un mercato completamente nuovo. Capace di inglobare quello vecchio, oberato peraltro da spese di mantenimento fisico - la rete di telefonia fissa ad esempio. Ma ormai molto lontane dal futuro, dipinto giorno per giorno dalle nuove possibilità tecnologiche

domenica 20 luglio 2008

QUALE AMMINISTRAZIONE ?

scan (000000)

Non è la prima e non sarà l'ultima volta, c'è da scommetterci. Anche oggi sul giornale "Ciociaria Oggi" un assessore comunale ha esordito il suo articoletto spot così: "Nelle precedenti amministrazioni di centro-sinistra è stato fatto molto per soddisfare i bisogni dei cittadini, ma molto ancora bisognerà fare oggi per rispondere alle esigenze della società". O non conoscono la realtà loro, oppure sono diventati (o lo erano già due mesi fa) neo-comunisti i vari PAGLIA, PICARAZZI, SALSIRI, PALUZZI E VENDITTI ! No perchè se a quanto pare ad amministrare il comune c'è una giunta di centro-sinistra, o avete preso in giro i vostri elettori, oppure prego, abbiate il coraggio di mostrarci in anteprima la tessera del PD.

giovedì 17 luglio 2008

Zeppieri presidente dell'Asi. Boville nel consorzio?


La telenovela della presidenza dell'Asi di Frosinone si è conclusa con l'elezione alla presidenza di Arnaldo Zeppieri. Il costruttore di Veroli infatti, già presidente della Confindustria di Frosinone, ha ottenuto il via libera dalla politica e prepara ad inaugurare una nuova fase all'interno dell'ente industriale. Nel discorso d'insediamento comunque Zeppieri ha parlato di opportunità, rilancio e di posti di lavoro in una terra in cui la progressiva deindustrializzazione, iniziata negli anni novanta e proseguita nell'ultimo lustro, sembra mettere in ginocchio la già fragile economia. Tra le novità poi ci sarà anche il probabile ingresso di Boville, magari tra qualche mese, nell'Asi di Frosinone. Ma l'amministrazione Fabrizi non doveva essere quella della tutela e della valorizzazione del territorio? E allora che cavolo c'entrano le fabbriche, sempre in prospettiva e sempre che qualcuno venga qui a costruirle ovviamente, con il nostro paese? Avere degli insediamenti produttivi nel nostro territorio è comunque una cosa buona, intendiamoci ma siamo sicuri che alla fine non si vada a creare l'ennesimo carrozzone a cui il nostro paesino, finora rimasto fortunatamente fuori da certi sporchi giochi della politica, sarà costretto ad accordarsi costringendo i cittadini a tirare fuori soltanto quattrini?

martedì 15 luglio 2008

Di Cosimo trionfa nel rally di Ceccano


Il pilota bovillense Tonino Di Cosimo entra nella storia del rallysmo centromeridionale aggiudicandosi per la quinta volta il Rally Città di Ceccano, gara valida per il Challenge Italia Rally. La competizione, organizzata dal Random Team, ha avuto tutti gli ingredienti per un grande spettacolo agonistico, con tanti e qualificati piloti al via, una lotta serrata per le posizioni di vertice ed un affluenza record di pubblico sulle prove speciali. La cronaca della 23a edizione del rally ceccanese vede subito scatenarsi un promettente testa a testa nella prima prova speciale tra Di Cosimo (Punto Abarth S2000), Sulpizio (Clio S1600) e Bucciarelli (Peugeot 207 S2000), divisi da una manciata di decimi. Nella seconda prova però Mario Sulpizio incappava in una foratura che gli faceva perdere oltre 40’’ mettendolo fuori dai giochi per la vittoria. Così la sfida rimaneva limitata al ceccanese Francesco Bucciarelli che però, nella quarta delle dodici prove in programma, incappava in un sasso che procurava la rottura della sospensione e il successivo ritiro al controllo orario.
Così a prenderne il testimone nel ruolo di anti-Di Cosimo è stato il concittadino Gianni D’Avelli, incoraggiato dai successi nella sesta ed ottava ps. La coppia Di Cosimo-Crescenzi però stroncava sul nascere ogni velleità di D’Avelli con un deciso rush finale. A completare il podio tutto ciociaro ci pensava il campolese Mario Sulpizio, dopo una eccezionale rimonta che lo portava nel finale a precedere il capitolino Rendina (Mitsubishi), vittima di una foratura e l’ottimo Ezio Palombi.
(Il Messaggero)

venerdì 11 luglio 2008

AL VIA BOVILLE ETNICA 2008

 logo

Facciamo ballare la terra !!! Questo lo slogan che accompagna la settima edizione di BovilleEtnica, la rassegna di musica e danza popolare che presenta quest'anno finalmente un degno programma. Si parte venerdi 11 luglio con i FEBBRE QUARTANA alle ore 21.30 presso Piazza S.Angelo passando per gli ALLA BUA in concerto previsti per sabato 12 e concludendo la bellissima tre giorni con i VEN'TRUPEA finalisti al Folkontest 2008. Sono previsti inoltre numerosi passatempi pomeridiani e preserali. Altre informazioni su www.bovilleetnica.com . Questa settima edizione quindi è appuntamento  ovviamente da non perdere per gli amanti del divertimento e della buona musica popolare. Tutti a Boville quindi questo week-end...per un paese tarantolato!!!

giovedì 10 luglio 2008

Incidenti sul lavoro, la piaga della Ciociaria


Ennesimo incidente sul lavoro, con una dinamica che sempre più spesso si ripete e che questa volta, fortunatamente, ha lasciato ferito ad un polso con un leggero trauma cranico E. V., un giovane diciannovenne di Boville Ernica, residente in via Torretta, poco prima della popolosa frazione di Casavitola. Il giovane è caduto rovinosamente a terra, nella tarda mattinata di ieri, sbattendo a metà tra il suolo cementato e un cumulo di masserizie sottostanti, dall'altezza di circa cinque metri, mentre era su di un ponteggio, allestito all'esterno di una villetta, a pochi metri dalla sua abitazione, per poter verniciare la facciata della stessa. Tanta la paura degli altri operai accorsi alle sue grida e immediato l'arrivo dei carabinieri della locale stazione e dell'ambulanza del 118 sul luogo che ha prelevato il ragazzo e lo ha trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Umberto I di Frosinone.
Dopo i vari e tempestivi accertamenti, tra i quali le radiografie seguite poi da complete ecografie, l'equipe medica ha riscontrato una frattura del polso e un leggero trauma cranico, procedendo successivamente al suo ricovero nel reparto di ortopedia del nosocomio del capoluogo in osservazione ancora per due giorni, come da prassi, immobilizzando l'arto per poi procedere alla relativa ingessatura.

mercoledì 9 luglio 2008

Domenica il convegno sul sarcofago paleocristiano


Finalmente qualcuno nel nostro paese torna a fare cultura e si apre un piccolo ma importante spiraglio nella valorizzazione dei tanti piccoli tesori gelosamente conservati a Boville.
Domenica 13 luglio infatti alle ore 11.30, presso la sala consiliare del comune di Boville Ernica si terrà il convegno sul sarcofago paleocristiano, conservato nella chiesa di San Pietro Ispano, a cura della dottoressa Elisa Canetri, autrice dell'omonima monografia. Il sarcofago fu rinvenuto nel 1941 da alcuni contadini a Sasso, lungo le sponde del fosso Rio in quello che era, con tutta probabilità, uno dei primi insediamenti nel nostro territorio in epoca romana.
Al termine la dottoressa effettuerà una visita guidata all'interno della chiesa di San Pietro Ispano.

giovedì 3 luglio 2008

Rassegna culturale in biblioteca

Si apre giovedi 24 luglio 2008 la rassegna culturale “INFINITI VIAGGI IN…FINITE TERRE”, organizzata dalla Biblioteca Comunale di Boville Ernica in collaborazione con BIBLIOMANIA (Società per i servizi bibliotecari e culturali). La prima serie di incontri verterà sul tema “Il chiostro: un microcosmo di emozioni” e avrà luogo proprio presso il Chiostro del Palazzo Comunale di Boville Ernica. Il progetto ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere le risorse artistico-culturali delle nostre terre attraverso il concetto di “viaggio”, nella sua accezione metaforica, attraverso la scoperta di punti di contatto, similitudini, contraddizioni, diversità. Il titolo “Infiniti viaggi in… finite terre” sintetizza le finalità che la rassegna intende raggiungere agendo operativamente sul territorio. La rassegna, che si sviluppa lungo l’asse della cultura delle differenze o delle differenti culture diventa, allora, un luogo di confronto e di partecipazione di anime, corpi e menti; con la volontà ed esigenza di conoscere loro per riscoprire noi stessi. La rassegna vuole dare voce a quelle “forme d’arte” con cui entra in contatto con la consapevolezza di non rappresentarle come eventi folkloristici o sopravvivenze ad un destino crudele ma come reale vissuto della cultura “altra” stessa, conscia della ricchezza che ne può derivare quando si attiva un vivace processo sincretico di scambi reciproci.

mercoledì 2 luglio 2008

Verrelli,i campi da tennis e l'adeguamento del Montorli


Gli Europei di calcio sono finiti con la vittoria delle Furie Rosse e noi non abbiamo avuto il piacere di poter ammirare le partite al maxischermo tanto sbandierato dalla gouche baucana in occasione dei mondiali di Berlino. Ora inizia Wimbledon e nonostante le chiacchiere ed i mega progetti della politica locale noi non abbiamo i campi da tennis. Li aveva costruiti il vecchio sindaco Verrelli e il primo a far pagare i ragazzi per fare una partita fu l’allora amministrazione Mastrantoni. Ma non è finita perché a sfasciarli completamente fu l’amministrazione Rotondi per quello che doveva essere un mega progetto o se preferite un progetto molto "baucano". Risultato : un miliardo ed ottocento milioni spesi senza che sia stata asfaltata la seconda via di fuga e senza che fossero sistemati i due campetti da tennis. In pratica, quando amministrava Verrelli a Boville i campi da tennis c’erano e funzionavano bene, quelli che sono arrivati dopo di lui li hanno distrutti. Abbiamo fatto parecchi passi avanti non c’è che dire. Se l’amministrazione dovesse accendere un mutuo per la sistemazione della tribuna (cosa improbabile perchè loro sono quelli dei settecento miliardi di finanziamento a fondo perduto) e rimettere mano al Montorli sistemi quell'indecenza che si puo ammirare qualche metro piu in basso. Ma ci pensate? Un sindaco che si era fermato alle elementari costruì a Boville i campi da tennis quando Borg non si era ancora sposato con la Berte e McEnroe aveva ancora il ciuccio, quelli con la laurea e quelli che capiscono tutto loro li hanno sfasciati. La cosa buffa poi è che non hanno alcuna intenzione di sistemarli.

martedì 1 luglio 2008

Parte il bando per assumere vigili urbani


Finalmente. Approvato il bilancio comunale l'amministrazione comunale ha finalmente deciso di mettere mani al portafogli e rimpolpare l'organico dei vigili urbani. L'intenzione è quella di offrire un servizio qualitativamente più adeguato nel periodo estivo a tutti i residenti ed ai visitatori del paese. La graduatoria delle persone che faranno domanda sarà valida per tre anni. Sarà quindi un’occasione di arricchimento e di crescita anche umana, non solo professionale, soprattutto per i giovani studenti, che, durante l’estate, potranno espletare un servizio di alta responsabilità verso l’intera collettività di Boville.
Tutti gli interessati possono trovare qui il bando.
Potrebbe essere il primo spunto di riflessione interessante per creare anche a Boville qualche opportunità di lavoro per i giovani e gli studenti. Vero, dottor Piero?

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.