sabato 28 febbraio 2009

Serie D, Boville Ernica di scena sul campo del Budoni


Trasferta impegnativa per il Boville Ernica di mister Perrotti che dopo la bella vittoria di sette giorni fa nell'ìinfuocato derby contro il Morolo è atteso ad una difficile conferma sul campo del Budoni. La squadra, partita nel pomeriggio di ieri alla volta della Sardegna, sta attraversando un momento positivo dopo l'avvio di stagione abbastanza difficile : la salvezza è un obbiettivo alla portata dei rossoblu che dovranno puntare a fare più punti possibili in questo scorcio di campionato in cui il calendario propone incontri che, sulla carta, appaiono alla portata di Carlini e compagni. Proprio la rinascita dell'ex bomber di Isola Liri e Ferentino è stata la nota positiva nella settimana appena trascorsa, settimana in cui mister Perrotti ha potuto lavorare con maggior tranquilità e concentrarsi sul pieno recupero dei vari Raso, Taurino, Renna e Brustolin. "Andiamo in Sardegna per fare punti e credo che l'impresa non sia impossibile dal momento che stiamo attraversando un buon momento - commenta il presidente Tonino Capogna alla vigilia di una trasferta che potrebbe regalare al Boville i punti per tirarsi fuori dalla zona rossa della classifica - la vittoria nel derby contro il Morolo ha ridato alla squadra fiducia e convinzione nei nostri mezzi, qualità questa che ci è venuta a mancare in alcuni momenti della stagione".

Rally di Boville Ernica, inizia lo spettacolo


Grande entusiasmo giovedi sera per la conferenza stampa di presentazione del Rally di Boville Ernica, la kermesse motoristica che andrà in scena sulle strade di Boville nel fine settimana. Sala consiliare gremita in ogni ordine di posti con numerosi addetti ai lavori ed una folla di curiosi oltre nuturalmente ai rappresentanti dell'amministrazione comunale che insieme all'organizzatore, Tonino Di Cosimo, hanno vestito i panni dei padroni di casa. “Innanzitutto voglio ringraziare la Random Team di Ceccano per l'organizzazione ed Tonino Di Cosimo che ha portato nel proprio paese una manifestazione di alto livello. Non sono un appassionato di rally ma ho sempre apprezzato il fascino di questa disciplina : siamo contenti poi di dare il benvenuto al campione del mondo di ciclismo Bettini che correrà insieme al responsabile tecnico della nazionale italiana di ciclismo Ballerini. Vogliamo che questa manifestazione sia una festa per i valori dello sport, che è sempre fatto di romanticismo e passione. Quest'anno c'è un grande numero di partecipanti – ha concluso il primo cittadino - ed oltre ad assistere ad una grande gara a livello sportivo sarà un occasione per tutti di apprezzare le qualità e le bellezze del nostro paese”. A prendere la parola dopo l'intervento di Fabrizi è stato Agostino Pizzuti del Random Team di Ceccano che curerà tutto il discorso organizzativo. “Per la prima volta la Random Team si cimenta nell'organizzazione di un rally in specialità ronde – ha detto in apertura del suo intervento Pizzuti - siamo contenti di lavorare insieme all'amico Tonino Di Cosimo in un atmosfera di festa anche se per chi organizza l'evento occorre professionalità, sicurezza e qualità del tracciato. Questa gara potrebbe diventare una delle classiche del nostro territorio, speriamo che questa manifestazione possa avere in futuro una tradizione importante cosi come è accaduto in altre realtà della Ciociaria come Ceccano ed a Pico”. Gli iscritti alla competizione quest'anno sono novantatre; diversi i piloti all'esordio assoluto in questa competizione che promette di affascinare tutto il pubblico appassionato di motori.

mercoledì 25 febbraio 2009

Il campione del mondo Bettini nella griglia di partenza del Rally Ronde di Boville Ernica


C'è fermento presso la sede di Procar Rally Team. L'avvio di stagione, infatti, sarà uno dei più scoppiettanti che si possano volere, mettendo a disposizione una delle proprie Grande Punto Abarth S2000 per Paolo Bettini, l'ex Campione Olimpico e mondiale di ciclismo, pronto a calarsi nelle vesti di pilota da rally alla prima edizione della Ronde di Boville Ernica, in provincia di Frosinone, prevista per il prossimo fine settimana. Abbandonato da poco lo sport attivo, Bettini, uno dei ciclisti più amati al mondo, lo scorso anno ha debuttato nei rally in qualità di copilota del Campione Italiano 2008 Luca Rossetti in occasione del Monza Rally Show ed adesso ha deciso di fare il grande salto: quello che lo porterà a sedersi a sinistra in una macchina da corsa, stringendo tra le mani il volante di una Grande Punto Abarth S2000, dando così sfogo ad una sua passione che culla sin da bambino.
Ha deciso di vestire i panni del pilota “ingaggiando” a leggergli le note un altro grande dello sport italiano, colui che per alcuni anni è stato il suo Commissario Tecnico, quindi autore e compagno delle tante vittorie che hanno dato lustro allo sport italiano: Franco Ballerini. L'attuale Commissario Tecnico delle nazionali di ciclismo vanta già esperienze di navigazione da rally, avendo assecondato nel 2007 e 2008, sempre al Monza Rally Show, il pilota del tricolore rally Tobia Cavallini.
"Sono felicissimo di provare l'esperienza del pilota da rally", dice sorridente Bettini, che nei giorni scorsi ha preso contatto con la vettura e familiarizzato con i componenti del team una nuova parentesi sportiva che affronto con grande entusiasmo e voglia di fare bene. La prima edizione del Rally Ronde di Boville Ernica si svolgerà tra il 28 febbraio ed il 1. marzo prossimi con quartier generale nella omonima città in provincia di Frosinone. Sabato 28 febbraio, alle 19,30, avrà luogo la cerimonia di partenza da Porta San Nicola mentre il confronto sportivo sarà nell'intera giornata dell'indomani, con partenza alle ore 07,30 ed arrivo alle 18,00, dopo aver affrontato i quatto passaggi della prova speciale “Fontana Rosa” di undici chilometri.

Il buongiorno si vede dal mattino. E Rotondi chiede le dimissioni di Fabrizi


Sono passati dieci mesi ed esattamente di questi tempi stava per entrare nel vivo la campagna elettorale per comunali, l'uscente Michele Rotondi contro Piero Fabrizi. Sapete tutti come è andata a finire : negli Usa, popolo che ha dato i natali a Thomas Jefferson, bianchi, neri ed ispanici si sono innamorati di Obama, la crisi mondiale si è acuita al punto da far sembrare un dilettante perfino il paperone Warren Buffett. Tornando alle questioni baucane, Rotondi chiede a Fabrizi di dimettersi dal momento che in dieci mesi non ha fatto quasi niente. A parte aumentare le tasse, ovviamente.
La verità, ammesso che ci siano ancora verità dopo il Codice da Vinci, Calciopoli e la premiata ditta formata da Tanzi e Cragnotti, sta nel mezzo, come sempre accade. In dieci mesi l'amministrazione Fabrizi, che ha ereditato una situazione pesante anche sul piano finanziario, ha risistemato la frana a Madonna del Latte, le tribune del Montorli e riportato a Boville qualche anima rispolverando BovillEtnica. A dirla tutta hanno rispolverato anche il gemellaggio ma stanno cercando di "cammuffare" i costi della spedizione in terra francese rovistando tra le varie voci del bilancio. Segno che nemmeno loro ci credono.
Il resto è stato soltanto un continuo arrampicarsi sugli specchi: qualche assessore è svogliato, qualcun altro proprio incompetente. Il caso di Nicola Milani poi è ancora senza soluzione e pare che sia lui sia la sua maggioranza abbiano in tasca due di picche che cercano di rifilarsi a vicenda lasciando all'altro la prima mossa. Si sono fatti imporre nomi ed incarichi dall'apparato di quel che resta del Pd ciociaro. E questa non è poi una gran bella cosa, considerando che questo e quello sponsor elettorale iniziano a salire le scale di Palazzo Simoncelli. Dicevamo delle dimissioni di Rotondi, una provocazione ovviamente. Ma Piero Fabrizi riuscirà a tenere a bada la sua armata Brancaleone?

domenica 22 febbraio 2009

Decide Alessio Carlini, al Boville Ernica il derby contro il Morolo di Santolamazza


E'Alessio Carlini il match winner del derby tutto ciociaro andato in scena ieri pomeriggio sul green del Montorli tra Boville e Morolo. Una rete dell'ex attaccante di Ferentino ed Isola Liri consente quindi alla formazione blugranata di fare un passo avanti importante in classifica al termine di un match tutto sommato divertente in cui le due formazioni in campo hanno offerto, a sprazzi, buon calcio ed un discreto spettacolo.
Inizio scoppiettante con il Morolo subito pericoloso in area blugranata: al quinto minuto Macciocca era bravo a liberarsi nelle maglie della difesa baucana ed a vedere il tagliò al centro di Trossi che si presentava davanti a De Angelis e provava a beffarlo con un pallonetto ma il salvataggio di Civica sulla linea toglieva le castagne dal fuoco per la squadra di casa. Appena due minuti più tardi però il Morolo, che nel frattempo aveva perso Provaroni per infortunio, subiva il ritorno del Boville con Lucchese che lavorava bene un pallone a centrocampo e serviva Carlini che, spalle alla porta, aveva il tempo di girarsi e dai venticinque metri lasciava partire un sinistro potente e preciso che andava ad insaccarsi alle spalle di De Robertis, non impeccabile dal momento che si trovava un paio di metri fuori dai pali. Il vantaggio galvanizzava i padroni di casa che al nono sfioravano addirittura il raddoppio sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina prima con Iozzi che trovava la ribattuta della difesa biancorossa e poi con Lucchese che non riesce ad inquadrare il bersaglio grosso da buona posizione. La reazione del Morolo era a tratti disordinata con la difesa del Boville brava a concedere pochi spazi ed a ripartire in contropiede anche se l'azione più pericolosa arriva al minuto trentacinque dai piedi del macedone Hasa che nel giorno del ritorno al Montorli caricava un bolide dalla distanza che De Angelis bloccava in due tempi.
Nella ripresa il copione non cambiava con il Morolo più propositivo ed il Boville bravo a sfruttare i pochi spazi concessi da Fumagalli e compagni: al tredicesimo era ancora uno scatenato Hasa ad incaricarsi della battuta di un calcio di punizione dal limite ma il suo tiro finiva alto sulla traversa. Al ventesimo il Morolo aveva l'occasione di pareggiare i conti e sugli sviluppi di un calcio piazzato di Fumagalli il pallone finiva sui piedi di Hasa ma il colpo di tacco del macedone, pizzicato in posizione irregolare trovava la risposta dell'estremo difensore del Boville. Sul capovolgimento di fronte poi era il Boville ad avere l'occasione di raddoppiare con una bella discesa sulla corsia sinistra di Fratini che prima chiedeva un uno due a Migliorelli e poi, da posizione defilata, costringeva De Robertis alla respinta con i pugni chiusi. Il Morolo con il passare dei minuti acquistava un pizzico di fiducia in più ma la manovra di Santopadre e compagni era poco incisiva con Hasa spesso isolato in attacco ma Paluzzi, in panchina al posto dello squalificato Santolamazza mischiava le carte inserendo Ambrifi mentre Perrotti rispondeva inserendo Minelli per l'ariete Raso. Al trentasettesimo però era ancora il Boville ad affacciarsi dalle parti di De Robertis con Carlini che impegnava il portiere avversario dopo uno scambio in velocità con Migliorelli mentre due minuti più tardi e' il palo a negare al risorto puntero blugranata la gioia della doppietta personale su una prodezza balistica dai venticinque metri. Nelle battute finali poi era il Morolo a chiudere in avanti ma Mancini e compagni erano bravi a serrare le fila ed a conquistare la seconda vittoria consecutiva in questa stagione. Il Morolo esce quindi sconfitto ma con la consapevolezza di poter lottare fino alla fine mentre il Boville oltre a tre punti preziosi per la classifica brinda al ritrovato Carlini, match winner nel derby ciociaro.

Real Boville sconfitto in casa, solo un pareggio per la Bovillense e l'Hot Ice Boville Ernica


Giornata in chiaroscuro per le formazioni di Boville. Il Real Boville, in Seconda Categoria, dopo aver guadagnato terreno nelle ultime giornate sulle prime della classe non riesce a battere al Montorli il Comitato Cassino Ovest. Il match finisce con il risultato di due a uno per gli ospiti con la punta Federico che porta in vantaggio i suoi nel primo tempo. Nella ripresa la squadra di mister Gallone subisce il ritorno degli ospiti anche se sul match pesa qualche decisione non proprio felicissima del direttore di gara. Un punticino a testa invece per le due formazioni di terza categoria con la Bovillense che, dopo la vittoria dell'andata, ferma la corsa dell'Arnara. La formazione biancoceleste, reduce dal successo interno contro il Real Pofi, guadagna un buon punticino grazie ad una buona prova di Davide Fratarcangeli e compagni e soprattutto ad alcuni interventi del portiere Marco Accolli. Arriva soltanto nel finale invece il gol del pareggio dell'Hot Ice Boville contro una Virtus Torrice che al Montorli dimostra di avere i numeri per risalire dai bassifondi della classifica: la rete del pareggio porta la firma dell'esperto Margagnoni.

sabato 21 febbraio 2009

La Diocesi di Frosinone vicina alle famiglie in difficoltà


Un fondo di solidarietà di emergenza per le famiglie, per dare un segno concreto di vicinanza alle molte famiglie che si rivolgono ai Centri di ascolto del territorio: questa la proposta della Diocesi di Frosinone per dare nella prossima Quaresima un segnale di vicinanza alle famiglie in grave difficoltà di sostentamento. Il Fondo è destinato a sostenere interventi di emergenza (alimentare, servizi domestici essenziali , ospitalità di emergenza) spesso necessari in un percorso di ascolto, discernimento e accompagnamento che i Centri di ascolto svolgono in accordo con le parrocchie. Per meglio sensibilizzare le comunità a questo tema, la Diocesi ha programmato cinque incontri sul tema “L’ascolto e l’accoglienza: un progetto pastorale di vicinanza alle famiglie in difficoltà”. Inoltre dal 23 febbraio al 6 aprile 2009 si terrà a Castelmassimo di Veroli il corso di formazione per operatori dei Centri di ascolto, aperto a tutte le persone che vogliano impegnarsi in questo servizio ecclesiale. Per un pronto recapito delle offerte raccolte, si raccomanda di effettuare il versamento tramite il bollettino di conto corrente postale allegato (n. 17206038) intestato alla Diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino/Caritas specificando la causale “Quaresima 2009”. Un'occasione insomma per tutti i cittadini e le imprese di Boville Ernica di tendere una mano a chi è meno fortunato. Nella foto, l'Abbazia di Casamari

Domenica a Boville Ernica la presentazione del libro di Roscia e Batavia


La rassegna ‘Inverno Culturale’ organizzata dall’amministrazione comunale di Boville Ernica si chiude con una interessante e creativa presentazione del libro “Chef & Gourmet” di Massimo Roscia e Nicola Batavia. L’appuntamento è fissato per domenica mattina nei locali della biblioteca comunale. "Non è un romanzo e neanche una raccolta di racconti, un saggio, un trattato gastronomico o un ricettario. È, più semplicemente, un diario a quattro mani un diario-mai-scritto - in cui ricordi, esperienze, episodi del vissuto quotidiano ma, soprattutto, una contagiosa passione per il cibo di uno chef e di un gourmet si fondono miracolosamente, amalgamandosi come gli ingredienti della più gustosa delle pietanze.Boville Ernica quindi si prepara a scoprire insieme a due autori emergenti il mondo dei golosoni.

Boville Ernica calcio, grande attesa per il derby contro il Morolo


Grande attesa a Boville Ernica per il derby contro i rivali del Morolo che andra in scena oggi pomeriggio sul green del Montorli e valido per il campionato di serie D. Gara delicata per entrambe le formazioni che si giocheranno molte delle chanches salvezza anche se la squadra di mister Fabrizio Perrotti arriva all'appuntamento di oggi galvanizzata dalla vittoria, per certi versi inattesa, contro i sardi dell'Arzachena di sette giorni fa. "I tre punti conquistati in Sardegna ci hanno restituito entusiasmo e convinzione nei nostri mezzi" commenta il presidente Tonino Capogna che in settimana e' voluto rimanere vicino alla squadra proprio per creare la giusta tensione, necessaria ad affrontare nel migliore dei modi l'infuocato clima derby che si respira ormai da qualche giorno in cittá'. "Occorre stringerci e stare vicino a questa realtà' importante che e' un patrimonio della cittá' e di tutti gli sportivi anche perché' i presidenti passano ma il Boville resta - continua ancora Capogna - per la giornata di oggi poi abbiamo organizzato la giornata blugranata coinvolgendo tutti e seicento i ragazzi delle scuole, un modo per trasformare questa gara in una grande festa dello sport". E se le tribune del Montorli si annunciano gremite in ogni ordine di posti non c'è ancora la certezza dell'impiego di Iozzi e Frioni, due pedine fondamentali nello scacchiere di mister Perrotti. Il difensore arrivato in estate dal Ferentino in settimana non ha potuto lavorare con i compagni per un problema alla schiena mentre il mediano, autore del gol del vantaggio ad Arzachena, lamenta una botta press nell'amichevole di giovedì scorso contro Isola Liri.

giovedì 19 febbraio 2009

Berlusconi abbatte le tasse sui fabbricati rurali. Ma a Boville chiedono gli arretrati


Una mano arriva dal Governo. Intendiamoci, nel paese con la pressione fiscale più alta in Europa a cui corrisponde anche l'evasione fiscale più alta in Europa, è ben poca cosa ma da quest'anno non sarà più possibile per i comuni applicare l'Ici sui fabbricati rurali. Finalmente è arrivato l'ok della commissione affari costituzionali al Senato che ha approvato un emendamento al disegno di legge di conversione del decreto “mille proroghe” sull’esclusione dell’Ici dai fabbricati rurali confermando la non assoggettabilità all’imposta comunale su immobili come granai, magazzini, pollai, rimessaggi, annessi usati per i trattori, persino agriturismo. Insomma, siamo al paradosso : il Governo Berlusconi conferma attraverso questa interpretazione della normativa di voler ridimensionare l'impatto dell'Ici sulle tasche dei cittadini mentre l'amministrazione Fabrizi, proprio attraverso l'Ici, conferma di volercele mettere eccome le mani nelle tasche dei cittadini. Nonostante le rassicurazioni di Piero e compagni che spargono miele ai quattro angoli del cantone, sarebbe proprio ora che la smettessero di aumentare le tasse. Non è ora di amministrare sul serio e risolvere i problemi del paese?

Incredibile, gli americani di Time snobbano Radio Boville


Sembra incredibile. Eppure dovremo abituarci all'idea e farcene una ragione, la Baucan Revolution non ha ancora solcato l'Atlantico ed il prestigioso Time, negli Usa, non ci ha nominato tra i blog più importanti della rete. Nonostante i cori di proteste che si sono levati dai quattro angoli del pianeta, dalla Cappelletta a Paparungi passando per Napoleone fino ad arrivare a Tagliaferro sembra che i redattori della prestigiosa testata abbiano deciso per una soluzione "all'italiana": premiarci il prossimo anno. Ci avranno snobbato, probabilmente, per gli endorsement in cui chiedevamo a gran voce le dimissioni di Buschini da segretario del Pd a Frosinone. Dopo lo strappo di Veltroni, in fondo, sognare si può.

mercoledì 18 febbraio 2009

Ingressi a prezzo ridotto, nel Lazio è ancora voglia di cinema


Avvicinare il pubblico laziale al cinema, rendendolo uno dei luoghi più accessibili per il tempo libero dei cittadini. E’ questa la ‘mission’ di ‘Voglia di cinema 2009’, l’iniziativa realizzata dall’Anec (Associazione nazionale esercenti cinema) con il contributo della Regione Lazio, che offre spettacoli con un costo del biglietto di soli 2,50 euro, il martedì e il mercoledì in quaranta sale cinematografiche del Lazio. Giunta alla quarta edizione,l’iniziativa punta a diffondere in modo capillare la produzione di film italiani ed europei, grazie ad un’ampia offerta e diffusione di spettacoli di qualità anche nelle zone più periferiche. Nei prossimi mesi, dunque, i cittadini potranno usufruire del prezzo ridotto in quaranta sale delle province, esclusa Roma città.

Polemica su Facebook. E l'Angelo di Giotto rimane a Boville


Lo scontro è sbarcato su Facebook. Tra i favorevoli ed i contrari alla partenza dell'Angelo di Giotto che con tutta probabilità non sarà tra le opere presenti alla mostra dedicata a Giotto ed ospitata al Vittoriano. Certo, che Boville fosse da sempre un paese diviso si sapeva da tempo anche se, tanti anni fa, a monopolizzare l'attenzione era la rivalità tra gli abitanti delle campagne e quelli del centro storico. Il duello rusticano però negli anni è cambiato radicalmente ed ora si torna a discutere. Su Facebook. Perchè, nonostante la cavlleria rusticana e l'internet veloce siano arrivate con qualche anno di ritardo, non vogliamo certo farci mancare niente. Ma è giusto trattenere un opera d'arte che è un patrimonio dell'umanità in quanto tale e della libertà d'espressione soltanto per paura che non possa tornare indietro? Ci accontenteremo della Pasqua con Giotto prossima ventura. Come sempre, del resto.

domenica 15 febbraio 2009

Impresa del Boville, Iozzi e Minelli stendono l'Arzachena


E'finita con lo stesso risultato dell'andata, con un gol di scarto che consente al Boville di mister Perrotti di tornare in Ciociaria con i tre punti. In attesa del derby di domenica prossima con il Morolo quindi, la vittoria di Arzachena è un passo avanti, forse decisivo, per la salvezza. Inizio scoppiettante dei padroni di casa con Meloni che, dopo quattro minuti, fa tutto bene, entra in area e tira ad effetto, la palla sfiora il palo e finisce sul fondo di pochissimo. Quello che sembrava un copione già scritto però viene stravolto dalle reti di Iozzi che al ventesimo entra in area a fari spenti ed insacca un angolo di Migliorelli. La rabbia per il gol subito fa perdere lucidità all'Arzachena che nel giro di dieci minuti perde prima Sposito, espulso, e poi spreca la possibilità di pareggiare i conti ancora con Meloni che non riesce a battere De Angelis dagli undici metri. Nella ripresa gli smeraldini si presentano all’arrembaggio, i ciociari aspettano e colpiscono in contropiede. Per tre volte gli amarantoblù vanno vicini al raddoppio finche Minelli non sfrutta una disattenzione della retroguardia smeraldina e raddoppia. Il gol di Condemi su punizione nel finale che accorcia le distanze quando è troppo tardi è buono soltanto per le statistiche. Per il Boville corsaro ad Arzachena quindi tre punti che valgono oro, in attesa del Morolo del grande ex Hasa.

Il Comitato per la Vita sospende la protesta delle antenne


Il personale della Tecnorad, la ditta incaricata di effettuare i lavori di installazione del traliccio sul quale verranno installate alcune antenne, potranno tornare al lavoro. Il Comitato per la Vita infatti ha deciso di sospendere la protesta nella parte più alta della collina di Cologni, decisione questa maturata al termine di una serie di incontri con il Prefetto Cesari e con il sindaco Piero Fabrizi. Le autorità si sono impegnate a monitorare costantemente la situazione. Martedi sarà stilato un protocollo di intesa tra gli stessi partecipanti al movimento ed il comune : la richiesta è quella di redigere un piano delle antenne nei prossimi cinque mesi e lavorare per la delocalizzazione in altri siti di alcune antenne della telefonia mobile. Finisce a tarallucci e vino insomma la protesta degli abitanti della contrada di Cologni, comunque capaci di mobilitarsi e protestare in maniera decisa contro l'elettrosmog che da anni tiene in scacco l'intera contrada di Santa Liberata.

sabato 14 febbraio 2009

Facciamo cabaret : Buschini applaude a Marazzo


Di una cosa siamo sicuri, alla sinistra non manca certo il senso dell'umorismo. Dopo il memorabile comizio durante le ultime elezioni a Boville Mauro Buschini torna all'attacco ritagliandosi un futuro da cabarettista. Sentitelo. "Esprimo la soddisfazione personale e di tutto il partito per la nomina di Scalia ad assessore regionale. A Francesco l’augurio di un buon lavoro nella consapevolezza che questo incarico è il frutto dell’ottimo lavoro che ha contraddistinto il suo impegno sul territorio e al servizio della gente . Il suo ingresso nella Giunta regionale è un ulteriore rafforzamento del Partito Democratico e della nostra terra". Le fabbriche chiudono lasciando una valle del Sacco avvelenata, lasciando una provincia dove si sarebbe dovuto realizzare l'aeroporto finito poi a Viterbo, lasciando una provincia dove le bollette dell'acqua, nonostante sorgenti come Posta Fibreno, Trisulti e Prato di Campoli, costano come un soggiorno di una settimana al Ritz. Quest'uomo, finita l'esperienza politica, ha un futuro nel mondo dello spettacolo.

Boville Ernica, la fibra non arriva e il futuro potrebbe chiamarsi wi max


Nonostante le chiacchiere, tante, e le proposte, poche, a Boville l'adsl non è ancora arrivata. Antica e Colle Piscioso, è vero, sono già coperte ma soltanto in seguito all'allaccio della zona di Casamari. La chiave di volta di questo problema, visto che la fibra non arriva, sembra essere il wi-max. Questa connettività infatti è sulla strada per raggiungere gli 800 milioni di individui entro la fine del 2010. A comunicarlo è il WiMAX Forum, che nella giornata di ieri ha inoltre reso noto che gli attuali servizi di connettività WiMAX offrono una copertura tale da poter servire oltre 430 milioni di persone.
Ron Resnick, presidente del WiMAX Forum, ha dichiarato: "La copertura WiMAX è qui ed ora e rappresenta il catalizzatore che permetterà di offrire nel mercato globale la connettività 4G Internet a banda larga a quei paesi che non vogliono aspettare. I nuovi numeri rivelano come l'ecosistema WiMAX legato al mobile Internet ha conosciuto una forte crescita e continuerà a rispondere alla domanda di mercato con nuovi servizi a banda larga nel 2009".
Attualmente in più di 135 paesi vi sono poco meno di 460 reti WiMAX per connettività fissa e mobile. Presto arriverà anche a Boville?

giovedì 12 febbraio 2009

Il Boville Ernica griffato Perrotti cerca l'impresa ad Arzachena


Trasferta insidiosa per il Boville di mister Perrotti che domenica prossima fara visita all'Arzachena di mister Nunziata. Un impegno difficile quello in terra sarda anche perché i ciociari, al loro primo anno in serie D, hanno perso quota nel rush finale per centrare la salvezza. L'incapacita di chiudere alcune partite, soprattutto tra le mura del Montorli, i risultati non proprio brillanti ottenuti contro le dirette concorrenti ed un pizzico di sfortuna stanno condizionando il cammino dei blugranata. Le voci circolate negli ambienti vicini la societa' di porta San Nicola sull'esonero di Perrotti alla vigilia del derby con il Ferentino non hanno certo contribuito a rasserenare un ambiente finora abituato a vincere ed a disputate campionati al vertice e che si trova in difficolta' nel gestire la situazione nonostante il presidente Tonino Capigna si sia impegnato molto per tenere unito il gruppo. "E'un momento importante per noi - commenta il baby Mattia Perrotti, che si sta confermando a buoni livelli dopo l'ottima stagione dello scorso anno in Eccellenza - l'Arzachena e' una squadra importante che ci mise in difficolta' anche all'andata. Dobbiamo giocare motivati e concentrati". E se da una parte la necessita' di fare punti e' diventata sempre più evidente per non sprofondare nella zona rossa, dall'altra occorre recuperare al meglio gente come Raso, Brustolin e Taurino che consentitebbero a questa squadra di ritrovare peso ed incisivita' rsotto porta. Particolarmente atteso poi Alessio Carlini; la punta che ha segnato gol a grappoli con le maglie di Isola e Ferentino non e' al meglio anche se i timidi segnali di ripresa, un gol ed un assist nelle ultime tre gare, fanno ben sperare

Quando i rossi criticavano il rally di Boville Ernica..


Prima tutti con il pollice verso, ora tutti con lo champagne, rigorosamente tenuto in ghiaccio, per levare i calici al cielo e brindare. Al rally ronde di Boville Ernica. La sinistra in Italia è cosi, quella di Boville ancora peggio. Ma ve li ricordate voi i signori della gouche baucana ai tempi in cui a Palazzo Simoncelli c'era Michele Rotondi e per le strade della città si sfidavano le macchine del rally? Un coro di commenti, unico sottofondo la superiorità culturale di lorsignori. "Sono proprio della Scrima, partite di cacio e macchine modificate" era la battuta piuttosto ricorrente. E l'allegra banda della sinistra paesana iniziava a darsi di gomito.
Ora che al comune ci sono loro, i rossi, ed il rally per le strade di Boville Ernica continua a svolgersi la manifestazione è diventata "una straordinaria occasione per la promozione della città". Sono scomparsi anche i vecchi nostalgici che si immolavano, contrari al rally, sostenendo a spada tratta la causa della sicurezza. In effetti non hanno tutti i torti, anche perchè, lungo le strade di Boville, quelle che erano soltanto buche da rattoppare ora sono diventate autentiche voragini. Tutta colpa dell'amministrazione di Rotondi certo ma anche della successiva, quella di Piero Fabrizi. Scommettiamo però che stavolta non si leveranno i cori dei contrari? No, la luna di miele tra i baucani e l'Amministrazione delle Tasse non è ancora finita. Almeno fino alle prossime provinciali. Potete scommetterci.

mercoledì 11 febbraio 2009

Il campione del mondo Bettini correrà nel rally di Boville Ernica


Paolo Bettini alla guida, Franco Ballerini navigatore: niente bici per il campione del mondo ma rally agonistico e l'auto sara' un'Abarth 2000. L'iridato e il ct azzurro saranno impegnati dal 28 febbraio al primo di marzo nel Ronde Citta' di Boville Ernica, competizione che vedrà i due assi della bicicletta correre per le strade della cittadina dell'Angelo di Giotto sul bolide griffato dalla casa dello Scorpione. Ballerini commenta: 'E' una passione che abbiamo da tempo, ci stiamo allenando molto, stiamo facendo dei test. Paolo e' molto sensibile alla guida, impara presto'. Ancora in corso trattative per il nome e gli sponsor della scuderia ma sicuramente sarà una grande emozione per tutti gli appassionati, anche di ciclismo, vedere i loro beniamini sfidarsi per le strade di Boville Ernica nel tanto atteso ritorno della competizione legata al mondo dei motori che vede Tonino Di Cosimo nelle vesti di portabandiera.

martedì 10 febbraio 2009

L'Angelo di Giotto sbarca su Facebook


A guardare il sito internet di Palazzo Simoncelli, davvero non si direbbe. Ma Boville è un popolo di internauti e la questione che sta infiammando il centro storico negli ultimi giorni, la partenza dell'Angelo di Giotto per la mostra organizzata al Vittoriano all'inizio di marzo, è sbarcata su Facebook. A fondare il gruppo sul social network più famoso del pianeta, a dispetto dei timori iniziali su un presunto controllo dei dati da parte della Cia, è stato il comandante dei Vigili Urbani Daniele De Sanctis ed in pochi giorni ad aderire sono state oltre trenta persone. Solo questione di tempo ed arriverà anche il gruppo di quelli che vogliono trattenere il mosaico di Giotto a Boville?
Per visualizzare la petizione, fare clic qui.

Mons. Vincenzo Paglia interviene sul caso Englaro


Il caso legato alla scomparsa di Eluana Englaro ha monopolizzato l'attenzione dei media nelle ultime settimane. Berlusconi e la sua maggioranza sono scesi in campo per collocare il Pdl sulle posizioni della Chiesa, superando nella corsa verso l'alta sponda del Tevere anche Casini mentre il Presidente Napolitano rifiutava di firmare il decreto redatto in quattro e quattro otto dai berluscones. Sulla vicenda è intervenuto anche quello che il Vescovo Vincenzo Paglia, uno degli uomini più influenti nel mondo del Clero. L'invito a pregare ''perchè non sia abbandonata alla morte' è arrivato durante una delle sue ultime celebrazioni, dopo aver ricordato i ''milioni di persone colpite dalla guerra e dalla fame'', le ''migliaia di stranieri ai quali viene chiusa la porta in faccia'', i lavoratori precari ed i ''tanti giovani fidanzati che non possono sposarsi'' a causa della crisi, il vescovo ha invitato i presenti a ''rivolgere un pensiero ad Eluana Englaro' citando un passaggio del Vangelo di Marco, "perche' non le sia negato quel che ogni uomo ha diritto di avere: il nutrimento e la bevanda''

sabato 7 febbraio 2009

Angelo di Giotto, è polemica sul trasferimento


Manifesti appesi ai quattro angoli della città, residenti sul piede di guerra che si stanno organizzando con una raccolta delle firme : la partenza dell'Angelo di Giotto, il mosaico del celebre artista toscano custodito nello scrigno del centro storico cittadino potrebbe essere rimandata o annullata per sempre. E' questo quello che è emerso nell'assemblea di venerdi sera nella sala consilare di corso Umberto dove alcuni residenti del paese, in particolare del centro storico, hanno protestato vivacemente per trattenere l'Angelo di Giotto a Boville, dove fu portato da Mons. Simoncelli nei secoli passati. Nemmeno le rassicurazioni dell'assessore regionale Rodano e del professor Tomei, uno degli organizzatori della rassegna interamente dedicata all'artista nativo di Vicchio nel Mugello sono bastate a rassicurare i molti cittadini presenti all'assemblea. Il timore, forse ingiustificato, è quello che il mosaico possa "volare" via per sempre e non fare più ritorno a Boville anche se la promessa degli organizzatori della mostra che aprirà i battenti al Vittoriano ai primi di marzo è quella di riportare indietro l'unico mosaico di Giotto giunto integro fino ai giorni nostri giusto in tempo per la rassegna primaverile della Pasqua con Giotto. Timori ingiustificati anche se il ricordo delle proteste degli decenni passati quando l'Angelo rischiò seriamente di non fare più ritorno nella chiesa di San Pietro Ispano è ancora vivo e presente; allora furono necessarie le proteste dei cittadini, l'intervento della politica locale e non ultimi, i buoni uffici all'interno del clero. Al Vittoriano arriveranno opere di Giotto custodire nei più grandi musei internazionali come la galleria degli Uffizi di Firenze ed il Louvre di Parigi : potrebbe mancare soltanto l'Angelo di Boville. E per il paese non sarebbe certo una bella pubblicità soprattutto dopo aver stretto un patto di gemellaggio con alcuni comuni della Toscana nella speranza di entrare nel circuito di promozione artistica di livello europeo se non addirittura mondiale. Il paese però è diviso come ai tempi dei Guelfi e dei Ghibellini, tra chi vuole trattenere il mosaico a Boville e chi invece vede nella mostra una straordinaria opportunità di decollo turistico del paese. Un giallo, quello del mosaico di Giotto, che nei prossimi giorni si arricchirà di nuovi colpi di scena.

martedì 3 febbraio 2009

Dopo due anni torna il rally sulle strade di Boville Ernica


Si sono ufficialmente aperte giovedì 29 gennaio le iscrizioni per la prima ediizone della Ronde di Boville Ernica, manifestazione che rappresenterà per molti piloti la tappa d'inizio della stagione di corse. La novità principale di questa ronde ciociara consisterà poi nella partecipazione di tutte le tipologie di vetture moderne e fuori omologazione. E' però chiaro che l'attesa che gli appassionati nutriranno per l'elenco iscritti è legata alla possibilità di vedere all'opera le A8/WRC, vetture della categoria regina dei rally che in Italia possono gareggiare solo nel TRA, nelle Ronde e nelle gare internazionali non titolate. Le iscrizioni si chiuderanno il 23 febbraio. In questi giorni la macchina organizzatrice della Random Team è al lavoro per offrire una grande manifestazione motoristica e per rodare la propria organizzazione in vista dell'evento di luglio. La partenza è prevista dal centro di Boville Ernica nella serata di sabato 28 febbraio, mentre la gara si svilupperà nella giornata di domenica. Undici i chilometri dell'unica prova speciale che gli equipaggi dovranno percorrere quattro volte. Per seguire tutte le news e restare sempre aggiornati sugli sviluppi relativi alla gara si potrà consultare il sito www.rallybovilleernica.com.

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.