martedì 29 gennaio 2008

Inizia il dopo Prodi, si avvicinano le elezioni. Consegnati gli attestati del Pd


Consegnati i certificati elettorali del Pd. L’attestato di fondatore necessario per votare, infatti è stato ritirato da tutti gli interessati alla nuova creatura della politica italiana erede di Ds e Margherita. Un interesse che è già palpabile, spiegano Giampiero Di Cosimo e Anthony Astolfi, “perché dai primi dati in nostro possesso circa un terzo degli aderenti non erano iscritti a Margherita e DS”. È segno di “un ritorno alla politica” per molti e di un “inizio” per altri, ed è indice del fatto che il Partito Democratico può essere in grado di riavvicinare la politica alle persone, restituendole credibilità forza. Presto quindi sarà costituto il circolo comunale del Partito Democratico a cui però non parteciperanno Rocco Dalamazia, Orlando Cervoni e l'ex sindaco Gianni Paglia che guardano con interesse al progetto della costituente socialista.

domenica 27 gennaio 2008

Il Boville Ernica cade a Velletri. Segna Veron ma è solo un omonino dell'argentino ex Inter e Lazio


Il Boville Ernica perde una grande occasione per rincorrere il Gaeta ed esce sconfitta dallo Scavo grazie ad un eurogol di Veron. Tempo scaduto, palla prima della linea di centrocampo, Veron individua Della Torre fuori dai pali e con una palombella da buoni sessanta metri scavalca il portiere bovillense e fa esplodere la tifoseria rossonera. Fino ad allora il Boville non aveva demeritato, anzi erano state proprio della compagine blugranata le occasioni migliori per passare in vantaggio. Le bocche di fuoco rossoblu in attacco non pungono nonostante un colpo di testa di Giacco che, al decimo della ripresa, fa tremare la traversa e gridare al gol il pubblico ciociaro sugli spalti. Occasione persa quindi per il Boville che evidenziaun preoccupante passo indietro nel gioco dovuto forse ad un calo di tensione dopo la vittoria di otto giorni fa contro il Gaeta. I sogni di gloria di mister Barbabella e del patron Gianni Milani si infrangono quindi contro lo scoglio della Vis Velletri che in classifica ha tre punti in meno ma che ha un budget quattro volte inferiore al Boville. Ironia della sorte, tra gli altisonanti nomi che compongono la rosa del Boville Ernica a mettere a segno il match ball è stato un centrocampista, Veron, che è soltanto omonimo dell'ex stella di Inter, Lazio e Manchester United. Segno questo che per costruire una grande squadra non basta allargare i cordoni della borsa ed organizzare improbabili festicciole con tanto di danzatrici esotiche il venerdi sera.

SHOAH. Il dovere della memoria

Più di 9.000 morti al giorno nel solo campo di sterminio di Auschwitz.
Un intero popolo perseguitato dalla Germania nazista.
Sterminati come bestie. Uccisi dalla follia umana.
Oggi 27 gennaio è il giorno della memoria.
Abbiamo il dovere di dire mai più.
Ma ai giorni nostri l'antisemitismo è purtroppo ancora un cancro. Un cancro che alberga in alcune coscienze umane.
E non se ne vergognano. Anzi...
Noi adesso abbiamo il dovere di farle vergognare queste persone! Di dire basta. E' per questo che oggi mi sento di affermare che Io sto con Israele. E non me ne vergogno.

sabato 26 gennaio 2008

Quando i sogni finiscono all'alba..


Dov’è la differenza tra il vivere senza un volto e morire allo stesso modo per averne uno? Il ‘cacciatore di aquiloni’. Si chiamava Hassan, non parlava ma correva più veloce di tutti dimenticando di essere misero, di essere schiavo. Correva, correva fino a restare senza fiato dietro un rombo che fuggiva dalla terra, trasportato dal vento leggero. Lui, il piccolo Hassan in questo modo cercava il riscatto, in questo modo, convinto che il mondo si vergognasse ad ascoltare il grido della sua anima, amava piroettando i suoi sogni nell’aria tersa… Correva, correva fino a quando dei balordi non l’hanno fermato, gli hanno abbassato i pantaloni …. Scendevano lacrime e sangue. Aveva 14 anni, come l’aquilone voleva volare…asciugava le lacrime con un braccio e iniziava di nuovo a muovere velocemente le sue piccole ma veloci gambe. Non avrebbe lasciato nessuno a rimpiangerlo o a ricordarlo…Aveva fame, aveva fame di libertà, di sorrisi…l’Occidente. Qualche giorno fa era sulle nostre strade, il suo corpo esanime penzolava sotto un tir mentre il sangue disegnava l’asfalto di Via Emilia a Forlì. La sua corsa, i suoi sogni, finivano lì, senza più un volto, senza più vita. Intanto cadeva il governo, per strada e nei bar parlavamo della famiglia Mastella e dalla scelta fatta da Clemente tra amore e potere! Forse Hassan era il suo nome o forse no, ora non esiste più perchè era nato schiavo e pensava di poter trovare dignità, libertà o forse conoscere quei bambini che, sorridenti, appaiono su qualche manifesto pubblicitario anche in Afghanistan… Ma, fuggendo, non aveva stretto bene la cinghia all’albero di trasmissione del potente camion sotto cui si era rifugiato. E’ successo a pochi passi da noi, nessuno ne ha parlato, nessuno ne è stato commosso, nessuno si è rincorso per esprimere solidarietà ai piccoli eroi come Hassan…ora, silenzio! E se vedremo ancora penzolare qualcosa da un camion che lascia una striscia rossa sull’asfalto…è solo un altro bimbo afghano morto. Senza volto. Per cercare un volto.

mercoledì 23 gennaio 2008

ADSL: isolamento finito ?


Mentre l'avvento del WIMAX in Italia sembra incontrare ostacoli su ostacoli, grazie anche all'ottusità del ministro Gentiloni, e l'arrivo della
nuova rete Vodafone Brodband (Vodafone Key per intenderci) sembra spopolare tra gli utenti vista la sua facilità di utilizzo e la sua ampia copertura ( anche Boville!!), finalmente dopo tante polemiche e commenti possiamo annunciarvi con grande piacere che il nostro piccolo grande comune è stato inserito, assieme ad altri 43 comuni della nostra provincia, in un progetto di allargamento della copertura ADSL finanziato da Governo Nazionale (sempre che ci sia ancora...) e quello regionale per abbattere il Digital Divide nella Regione Lazio.
In realtà bisognerebbe precisare che ancora non si conoscono con certezza i tempi di attuazione del suddetto finanziamento...Da ipotesi apparse sul web pare che potremmo brindare alle prime attivazioni di contratti ADSL via cavo nel nostro comune verso giugno. (fonte ANTI.DIGITALDIVIDE)
Dunque pare proprio che ci siamo (speriamo che non svaniscano i soldi) e quindi non ci resta altro che aspettare il piano copertura di Telecom. Certamente da cittadino, non mi sento proprio di ringraziare gli enti che hanno finanziato questo progetto. L'ADSL è un nostro diritto, un diritto previsto dalla legge italiana (d.lgs.80/2005)!! E per Dio non si può ringraziare chi da attuazione ad un tuo diritto con mostruoso e imbarazzante ritardo!
Vogliamo invece ringraziare tutti quelli che hanno speso anche solo un minuto del loro tempo per firmare la petizione ad oggetto la copertura Adsl a Boville (sfacciatamente ci piace pensare che quelle firme e i nostri post siano serviti a qualcosa). A proposito, sfogliando la lista delle firme salta agli occhi un incongruenza. Di oltre 5.000 visitatori di RadioBoville solo in 42 hanno ritenuto di dover firmare la petizione!...e ci si accorge che tra i firmatari
ci sono molti esponenti politici del centro sinistra locale e nessuno del centro destra. Semplice ignoranza informatica o non condivisione di questo obbiettivo ? A voi l'ardua sentenza...
Ps: chiedo scusa in anticipo a tutti quelli che si sentono derubati per aver usato il simbolo dell'onnipotente Boville Calcio (Zio Sam), in una "inutile" comunicazione informatica...perdono.

Continua l'avventura di Giovanni Conversano a "Uomini e donne". Il calciatore del Boville sale sul trono, ieri l'incontro con Serena


Inizia l'avventura di Giovanni Conversano sul trono della trasmissione di Canale 5 "Uomini e donne". Nella puntata di giovedì 17 gennaio infatti il calciatore del Boville ha avuto la prima "passerella" tra il pubblico in delirio e le corteggiatrici ansiose di conquistare la celebrità... ehm... di conquistarli. Durante la trasmissione è stato proiettato il filmato di Conversano, ex concorrente di Campioni, il sogno. Viene mostrata la tabaccheria di famiglia, che gestisce con sua madre: "Insieme abbiamo affrontato momenti difficili come la scomparsa di mio padre quando ero piccolo. Corteggiavo una gemella ma anch'io ne ho una, mia zia, sorella di mia madre. Inoltre adoro mio nonna. Sono molto legato a Lecce e, quando posso, torno qui per stare con i miei cari". Giovanni Conversano si definisce "estroverso, brillante, determinato, molto esigente con gli altri, un po' guascone. Superficiale? No, mi dispiace per come è finita con Serena Enardu. Ma in amore non do una seconda possibilità. Ora voglio innamorarmi sul serio. E poi: "Il calcio è sempre stata la mia passione tanto da diventare un lavoro: gioco in Eccellenza nel Boville Ernica. Mi piace trascorrere il tempo libero con amici tra locali o giocando alla playstation o andando al cinema o facendo tante mangiate. Non bevo, non fumo, sono un salutista".
Piccanti i commenti : "E' più comoda la sedia rossa rispetto allo sgabello..." hanno commentato tra il pubblico mentre l'ex ballerino Gianni Sperti non le manda a dire al calciatore rossoblu "Tanto il tronista l'aveva già fatto per quattro mesi".
Inevitabile tornare sull'argomento Serena: "Non ho rimpianti, ho fatto il massimo per conquistarla. E' andata via senza salutarmi". Ieri l'incontro tra Giovanni e Serena.

martedì 22 gennaio 2008

Crollano le borse, rimaste invendute le nuove case. Sarà flessione anche per l'edilizia?


New York, Londra, Tokyo e Francoforte. Ma anche Cina ed India. Nelle ultime ore i timori legati alla crisi dei mutui ad alto rischio hanno fatto precipitare le quotazioni su tutti i principali listini del pianeta. Ad allarmare gli operatori, terrorizzati dal rischio recessione anche i dati sull'acquisto di nuove case, in costante calo sia negli Stati Uniti che in Europa con la punta più bassa toccata proprio nello scorso dicembre. Calano i prezzi, scende il numero di compravendite anche in Italia dove, peraltro, il mercato ha risentito solo in parte dell'euforia che ha investito il settore. Ma è sempre più probabile un calo anche considerevole delle commesse edili, sia statali che private : tutto questo potrebbe avere delle ricadute anche per quanto riguarda l'edilizia di casa nostra. Se crisi sarà, l'atterraggio sarà morbido oppure assisteremo ad uno scossone come nei primi anni novanta?

lunedì 21 gennaio 2008

Silvana Astolfi presenta il suo quarto cd. In estate la tournee in giro per l'Italia


Dopo i tanti successi ottenuti nelle più prestigiose location della nostra regione l'eclettica cantante ciociara Silvana Astolfi continua a mietere ... dischi. Dopo i suoi primi tre Cd : «Senza anima» «Primo Passo» ed «Un canto senza età» che raccolgono complessivamente una ventina di brani molti dei quali inediti ed alcuni scritti dalla stessa Astolfi, si accinge ora a lanciare un nuovo Cd composto da 8 inedite scritte dalla stessa cantante, due riarrangiate e due cover. E lo fa preparandosi alla perfezione. Quanto prima nel corso di un concerto, che la brava cantante sta definendo in un noto e lussuoso locale della nostra provincia, lo presenterà al pubblico, al suo pubblico che la segue ovunque e la incita ad andare avanti in quanto il talento, la voce, la musicalità certamente non mancano tanto che più volte l'abbiamo vista esibirsi in Rai e nei maggiori network nazionali. Definita la «Pausini della ciociara» incanta il pubblico, lo coinvolge, e lo fa divertire. Una vera show girl della canzone. E da quel che se ne sa in estate partirà la sua seconda tournè in giro per l'Italia. In bocca al lupo Silvana.

domenica 20 gennaio 2008

Il Boville Ernica batte il Gaeta. Ora il distacco si è ridotto a due punti


Finisce uno a zero per il Boville il big match tra i padroni di casa ed il Gaeta di mister Troiano. Vittoria importante dunque per il Boville di mister Barbabella che, sul sintetico del Montorli batte la capolista Gaeta e si porta a solo due lunghezze dalla formazione pontina che, pur restando ancora al comando, inizia a sentire il fiato sul collo. Partita ben giocata da entrambe le formazioni con un Gaeta più propositivo ed un Boville bravo, bravissimo a colpire nelle poche occasioni concesse dalla Santucci e compagni. Coreografia preparata senza badare a spese da patron Milani che ha voluto accogliere con tutti gli onori di casa i biancorossi : tripudio di fumogeni, fuochi d'artificio, un aereo vestito di rossoblu che ha sorvolato il Montorli ed un cappellino consegnato a tutti i tifosi con una scritta "Mettiamo la freccia" che, a conti fatti, ha portato bene a Ripa e compagni ormai vicini all'aggancio in classifica. Alla mezz'ora il gol del Boville : sgroppata di Hasa sulla fascia destra che controlla in velocità un lancio di Ripa e poi con una finta sbilancia due difensori del Gaeta : il resto lo fa Gianni Testa che, ben appostato ruba il tempo a Litini e porta in vantaggio i suoi.

sabato 19 gennaio 2008

Imprenditore di San Lucio ferito da un colpo di pistola. Torna l'allarme sicurezza in paese


Un imprenditore edile di Boville Ernica, Gino Genovesi, e' stato ferito ad un occhio da un pallino sparato con una pistola ad aria compressa durante un tentativo di rapina. I sanitari dell'ospedale di Frosinone lo hanno trasferito in elicottero al piu' attrezzato policlinico Umberto I di Roma. Non e' in pericolo di vita. Se si fosse trattato di un colpo di pistola normale - fanno notare in Questura - l'uomo sarebbe morto. Intanto, in tutta la provincia e' caccia all'uomo. Gli investigatori del questore Alfonso Maria La Rotonda hanno incentrato le loro indagini sulla malavita locale. I rapinatori sono fuggiti a bordo di una macchina con la targa coperta. Una vera e propria imboscata studiata a tavolino quella organizzata da due rapinatori. I due lo hanno bloccato in localita' La Scrima nei pressi del Bar dello Sport e con un'azione fulminea, minacciandolo con la pistola, hanno cercato di prendergli la valigetta che conteneva gli stipendi degli operai. La reazione inaspettata del'imprenditore e le urla di coloro che erano davanti al bar hanno spaventato i due malviventi che, pero', prima di fuggire a bordo di un'Alfa 156 Sport Wagon di colore nero hanno sparato un colpo. Torna in paese l'allarme sicurezza. Quali misure adottare?

Per Veroli e Msgc torna "Voglia di Cinema". Come al solito, a noi non ci riguarda


Torna “voglia di Cinema“, l’iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Esercenti Cinema del Lazio (Anec) e dell’assessorato alla Cultura della regione Lazio che permette di accedere in ben 42 sale cinematografiche sparse sul territorio laziale, escluso quello del comune di Roma, il martedi’ e il mercoledì per l’intero anno al prezzo agevolato di 2.50 euro.
Una promozione del migliore cinema italiano e straniero, in prima visione, ad un costo irrisorio che nei primi due anni di attivita’ ha gia’ riscosso risultati importanti. Nel 2007 si e’ registrato, infatti, un incremento di pubblico del 28.6% nei cinema aderenti all’iniziativa rispetto ad una crescita degli spettatori in sala del 10% nelle sale non aderenti a “voglia di Cinema”.
A beneficiarne, nel comprensorio ernico, saranno soprattutto Veroli e Monte San Giovanni Campano dove le amministrazioni comunale hanno messo a disposizione locali per permettere l'arrivo di una piccola sala cinematografica. Prima di Monte San Giovanni Campano, la struttura per le proiezioni del cinema aveva sede a Ripi, paese che conta la metà dei nostri abitanti. Come dire, Boville non l'hanno nemmeno presa in considerazione. Chissà perchè.. Nella foto, con i pantaloncini rossi, il sindaco Rotondi quando recita al collega di Ripi, in cirillico, l'antico canto di battaglia. Come dire, sempre più vicini a Ripi, sempre piu lontani da Monte San Giovanni e Veroli.

mercoledì 16 gennaio 2008

Esordio con brindisi finale per il Boville Biliards


Un esordio casalingo in grande stile per il Boville, coronato da un successo che vale il primo posto in classifica nel girone B.
Sabato scorso, al palabiliardo “Alanti” c’erano tutti. Dal presidente del Coni provinciale, Luigi Conte, al presidente nazionale della sezione stecca Claudio Bono, impegnato al fianco della regia Rai per le riprese dell’incontro, più una assortita e numerosa schiera di appassionati e tifosi del biliardo sportivo. Ottima la formazione schierata dal Ct Cavazzana, alla vigilia aveva promesso stabilità e concretezza, alla luce dei risultati si può dire che le sue premesse siano state rispettate anche per la situazione del Grifone. Tra i migliori della manifestazione Gustavo Zito, simbolo del biliardo nazionale che con la sua affermazione regala al Boville i tre punti che valgono il primo posto in classifica.

Ginnastica e danza, a Boville Ernica i protagonisti sono gli anziani


L’Associazione VitAttiva ha presentato sabato a Boville Ernica un progetto ideato in collaborazione con il centro anziani e con l′amministrazione comunale. In pratica consiste nell’organizzazione di corsi di ginnastica dolce e ballo rivolti agli over 60. All′incontro erano presenti il presidente del centro anziani Silvio Genovesi, il presidente di Vitattiva Alfredo Rossi, il sindaco Michele Rotondi, gli assessori ai servizi sociali Domenico Fratarcangeli e al bilancio Marta Diana.
L’obiettivo del progetto è quello di proporre un “percorso di salute” che contribuisca a migliorare la qualità di vita delle persone anziane, il loro benessere psicofisico e aiuti a veicolare l’idea positiva dell’anziano come persona e non semplicemente come condizione. Per aderire al progetto, ci si può rivolgere al centro anziani o telefonare al numero 0775.379307.

Quando le parole cedono il posto al silenzio. Scompare il figlio ventottenne del vigile Arcangelo Santoro


Radio Boville si stringe al dolore del vigile Arcangelo Santoro, per la perdita prematura e tragica del figlio Fernando.
Non è nostra intenzione fare la cronaca, purtroppo già nota, dell’accaduto, preferiamo demandare ad altri ed in sedi più opportune questo compito senz’altro non facile.
Ci sono momenti in cui le parole sembrano aver smarrito il loro senso e la loro carica espressiva, qualsiasi chiosa o commento non può non sembrare o non essere retorica, fuori luogo e futilmente consolatoria.
In questi momenti le parole cedono il posto al silenzio.
Ed in silenzio ti abbracciamo e ti stringiamo forte Arcangelo. Ti siamo vicini.

domenica 13 gennaio 2008

Il Boville Ernica come i Queens Park Rangers : aspettando la capolista Gaeta i rossoblu superano l'Artena allo scadere


Finisce tre a due per il Boville la trasferta sul campo della Vis Artena di mister D'Este. Partita rocambolesca, ben giocata da entrambe le formazioni e caratterizzata da qualche sbavatura difensiva di troppo, da una parte e dell'altra. A guadagnarci è stato lo spettacolo con due formazioni che hanno giocato una gara sostanzialmente equilibrata con il Boville bravo nel primo tempo a costruire gioco e fortunato nella ripresa a trovare il gol vittoria a tempo praticamente scaduto. Boville Ernica in vantaggio con Perrotti dopo appena dieci minuti : la serpentina sulla sinistra ed il diagonale del figlio d'arte portano in vantaggio gli ernici. La reazione della Vis Artena nella ripresa con Gambani che acciuffa il pari al quarto d'ora. Boville ancora avanti ad un quarto d'ora dalla fine con un eurogol del baby Gatto dalla trequarti ma l'Artena non si arrende ed a cinque minuti dal termine Gambati fa doppietta. La Dea Bendata però è dalla parte dei ciociari che proprio allo scadere trovano il gol vittoria con Gatti, bravo a sfruttare una carambola in area. Tra sette giorni la partitissima con il Boville Ernica che sfiderà la capolista Gaeta. Nella foto, un calciatore dei Queens Park Rangers, la squadra di Briatore e della regina Elisabetta.

venerdì 11 gennaio 2008

Good bye Lenin. Addio Politburo, il Pci si riunisce per un conclave. In convento dalle Carmelitane.


Un tempo li chiamavano comunisti. E quasi fosse una fede, molti non andavano in chiesa. Compagni duri e puri, insomma, forgiati dalla falce e dal martello che al grido di Bandiera Rossa inneggiavano a all'uguaglianza e, forse, alla libertà. Qualcuno si spingeva perfino in Russia, a visitare la terra promessa, gli altri si dichiaravano comunisti a parole e capitalisti nei fatti. Ma che importa, ormai questa è storia vecchia. Comunque non sono passati venti anni dalla caduta del Muro di Berlino che, abbandonata prima la falce, poi il martello ed infine la Quercia, gli eredi baucani di Krusciov torna a riunirsi. In un convento. Per un conclave.
In ballo c'è la designazione di quello che l'ex Armata Rossa vorrebbe designare a sindaco della città. In pieno stile di Santa Romana Chiesa insomma. Evivva, il comunismo, anzi il cattocomunismo, torna ad essere una fede anche a Boville, la vecchia roccaforte rossa. Pardon, siamo nell'epoca di Veltroni, che ha fatto il 68 ma non è mai stato comunista. Con lui, Lucio Dalla e Guccini, comunisti da sempre, si sono adeguati al nuovo profilo imposto dal capo. Come dire, dopo aver suonato alla Festa dell'Unita, ora ci candidiamo a riempire le tasche di euro in quelle del Pd. Per chi non vuol perdere lo storico evento, il convento è quello delle carmelitane, in via della Pagliarola.

martedì 8 gennaio 2008

Olio e vino, Marrazzo di dimentica della Ciociaria. Ed intanto, sulla cartina di Palazzo Simoncelli, scompaiono Cologni e Colle San Paolo


"Vino, olio sono prodotti di arti antiche che trovano nella terra e nella sapiente mano dell'uomo il loro denominatore comune. Nasce da questo accostamento la manifestazione Lazio terra preziosa". Sono queste le parole dell'assessore all'agricoltura della Regione Lazio Valentini. Peccato che, tra i gioielli della regione non ci fosse spazio per nessuno dei prodotti della provincia di Frosinone, eccezion fatta per il Cesanese del Piglio a cui però non sono state concesse le luci della ribalta. Contestualmente all'arrivo del nuovo anno, la Pisana renderà esecutivo il Piano di Sviluppo Rurale. Con ingenti investimenti nella Sabina, e quindi Viterbo (guarda caso la stessa città dove è stato assegnato l'areoporto) e pochi spiccioli a Frosinone. Boville compresa. Dove, per l'incapacità della politica locale, si produce un olio tra i migliori del Lazio ma è stata prima distrutta la cooperativa Progresso Sociale e poi regalata l'insegna della Citta dell'Olio ai vicini di Msgc. Quale sarà il futuro dei nostri campi e del lavoro delle generazioni che ci hanno preceduto? Forse nessuno perchè con lottizzazioni e compagnia, Palazzo Simoncelli sta pensando bene di distruggere anche quelle poche colline rimaste intatte negli anni dell'abusivismo selvaggio. o, non è uno dei sermoni di Celentano e nemmeno il manifesto della Via Gluck. Solo una riflessione : a Boville c'è spazio solo per l'edilizia?

lunedì 7 gennaio 2008

Gatti e Giacco espugnano Fondi e rilanciano le ambizioni del Boville. Cade il Gaeta a Priverno


Il Boville grandi firme voluto da patron Milani inizia a trovare la quadratura del cerchio andando a vincere sul campo del Fondi. Tre punti preziosi che rilanciano le ambizioni di Barbabella e, grazie anche al bel gioco espresso per quasi tutti i novanta minuti del match, fanno sperare in un girone di ritorno che possa consentire ai rossoblu almeno di aggiudicarsi la piazza d'onore. Nella giornata in cui il Gaeta cade a Priverno per mano dell'ex rossoblu Leandro Reali il Boville pesca dal cilindro la seconda vittoria consecutiva fuori casa : non accadeva dalla scorsa stagione. La gara si metteva subito sui binari giusti per il Boville con le reti del vantaggio firmate da Giacco e Gatti mentre i padroni di casa dimezzavano lo svantaggio proprio allo scadere con Pagliuca, quando era troppo tardi.

venerdì 4 gennaio 2008

Solo un pareggio per il Boville sul campo dell'Almas Roma. Qualificazione in bilico, Latina favorito


Pari e patta tra il Boville Ernica di mister Francesco
Barbabella e l'Alma Roma di Durante. Un punticino che non accontenta
nessuno e che spiana praticamente la strada per il passaggio del turno
in coppa Italia al Latina di mister Mario Buccilli. Quattro gol,
occasioni da una parte e dell'altra, gara giocata a ritmi piuttosto
intensi. Passava in vantaggio il Boville con Lillo alla mezz'ora ma i romani pareggiavano ad inizio ripresa su calcio di rigore. Al quarto d'ora nuovo vantaggio ciociaro con Hasa ma nel finale è ancora l'Almas, in contropiede, a fare male a Testa e compagni. Solo un punticino quindi per il Boville che ora deve sperare un paregio a reti bianche tra Almas e Latina.

mercoledì 2 gennaio 2008

Tutto il mondo è paese! (dovrebbe!!?)

Una delle prime leggi di mercato che viene insegnata ad uno studente di economia di primo anno è che il guadagno per un impresa è direttamente proporzionale
alla somma investita. Legge questa che dopo essere stata applicata nei più svariati campi del commercio è giunta in politica con la "discesa in campo"del cavalier Berlusconi. E che siate d'accordo o meno con questo modo di far politica, ha successo.
Stessa"legge" che nella sinistra italiana viene applicata benissimo da ormai svariati anni da Veltroni a Roma.
Appunto, il Veltronismo. Più concerti al circo massimo gratuiti = consenso popolare senza molti sforzi e senza badare a cose forse ben più importanti.
Ma a questo punto mi chiedo, come mai questo modo di far politica, che attira così tanti consensi popolari a livello nazionale e oltre non viene applicato dai nostri politici locali?
Sono incapaci oppure sono politicamente più profondi????!!!
Ma...non spetta a noi dare questa risposta ma sicuramente non credo che poi ci si può lamentare se a Boville non c'è turismo sia durante l'estate che a Natale. E intanto il commercio piange!! Non vengono creati i presupposti per attirare il turismo!! Sinceramente, ma che cosa offre Boville
durante le festività natalizie ? Oltre ad una ipotetica visita all'Angelo di Giotto, che è pure scarsamente pubblicizzato,poco altro.
Ok, sicuramente Boville non è Roma con la sua storia e Via Condotti, o Firenze con la sua arte e la cupola del Brunelleschi,
o New York con la sua maestosità e la Fifth Avenue, ma sicuramente i loro amministratori spendono molto nel programmare avvenimenti validi.
I nostri politici? Ma...forse loro avranno studiato solamente altre leggi economiche...

Bloomberg e Milani : destini incrociati (a migliaia di km di distanza)?


dal nostro corrispondente negli Usa

WASHINGTON — È molto più ricco di Mitt Romney. È preparato come Hillary Clinton. È popolare come Barack Obama. È nuovo come Mike Huckabee. Fa con più successo lo stesso lavoro che faceva Rudy Giuliani. Intriga i repubblicani come i democratici. Ma non è candidato alla Casa Bianca. Almeno non ancora. Alla vigilia dei caucus dell'Iowa, che apriranno ufficialmente la stagione delle primarie presidenziali, esplode nella campagna elettorale a stelle e strisce una bomba di nome Michael Bloomberg. Dopo aver giocato per mesi a nascondino, il sindaco di New York, 65 anni, miliardario e indipendente, la sta seriamente prendendo in considerazione.

BOVILLE - E' molto più ricco della maggior parte degli imprenditori del paese. Forse non è preparato come il cugino Nicola Milani. Ma è più popolare del commercialista dell'impresa di famiglia, Pietrino Venditti. Ed è nuovo al contrario degli altri nomi che circolano ormai da anni. Fa con piu successo lo stesso lavoro del'attuale primo cittadino, Michele Rotondi. Riuscirebbe a coinvolgere elettori di destra e di sinistra. Ma non è candidato a sindaco di Boville. Almeno non ancora. Alla vigilia delle primarie del centrosinistra che potrebbero sancire la definitiva rottura tra gli eredi paesani di Andreotti e Berlinguer, esplode nella campagna elettorale baucana la bomba Gianni Milani. Dopo aver cercato la luce dei riflettori per qualche mese, il presidente del Boville Calcio, 40 anni, milionario ed abbastanza indipendente, l'idea di salire a Palazzo Simoncelli la sta seriamente prendendo in considerazione.

Apriamo una piccola finestra sugli Usa e facciamo un confronto, certamente impari, tra quello che succede oltreoceano e quello che accade in questo angolo di Ciociaria. Nei prossimi giorni, ci saranno novità. Per entrambi. Ricordandoci sempre che non sono soltanto migliaia di chilometri a separarci da Times Square. Voi cosa ne pensate?

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.